Chirurgia preprotesica
Nei casi in cui il paziente non possa portare una protesi fissa in bocca e voglia realizzare una protesi rimovibile, il chirurgo deve valutare la necessità del paziente di eseguire un intervento chirurgico preparatorio affinché la protesi rimovibile abbia la massima stabilità in bocca.
I principali interventi pre-protesici sono la rimozione dei tessuti molli in eccesso, che sono lasciati dalla retrazione ossea, a seguito dell’assenza a lungo termine di denti e tors, che sono neoformazioni dell’osso nel palato o all’interno della mascella inferiore, che possono impedire la discesa della protesi.

Estrazioni di denti rimanenti e radici
La chirurgia orale è quella branca dell’odontoiatria che si occupa degli interventi chirurgici nel cavo orale.
Di seguito alcuni degli interventi più frequenti eseguiti da un dentista specializzato in chirurgia orale:
L’estrazione del dente è un intervento di routine in chirurgia orale.
L’intervento chirurgico più comune è la rimozione dei denti del giudizio, la rimozione dei denti usurati (ritirati) e anche la rimozione dei denti per consentire il raddrizzamento dei denti con apparecchi ortodontici e il posizionamento di protesi dentarie. Uno degli interventi più importanti è la rimozione delle radici residue che possono portare a infezioni ossee e cisti.

Trattamento delle infezioni (ascessi)
In linguaggio medico, si chiama Drenaggio degli ascessi
Gli ascessi sono infezioni che derivano da una grave carie o dalla loro rimozione e movimento. Si diffondono alle gengive con variazioni dimensionali (da un leggero rigonfiamento nella zona intorno al dente ad un rigonfiamento visibile all’esterno), che possono impedire la respirazione.
Questo è accompagnato da febbre, dolore costante, mobilità dei denti e gonfiore dei linfonodi del collo. Il trattamento chirurgico viene eseguito quando il trattamento del dente non ha avuto successo nell’eliminare l’infezione e consiste in un intervento nella zona infetta e nella disinfezione dello spazio infetto, a seconda dei casi con antibiotici.